Pablo Picasso nacque a Malaga nel 1881, ma nel 1904 si trasferì definitivamente a Parigi, dove divenne uno dei maggiori animatori della vita culturale. La sua ricerca artistica è caratterizzata dal succedersi di modi raffigurativi diversi: (1900-1906) il “periodo blu”, caratterizzato da un’arte cupa segnata dalla dominanza del colore blu e da temi malinconici, e il “periodo rosa”, con una pittura “sentimentale”, volta a rappresentare un mondo di emarginati (mendicanti, infermi o saltimbanchi), caratterizzata da una decisa geometricità dei volumi e da una salda definizione degli spazi; (1907-1920 circa) lo studio dell’arte negra e il periodo cubista (“Les demoiselles d’Avignon”); (1921-1931) una reinvenzione personale, quasi surrealista del cubismo. La guerra civile spagnola (1936-1939) segna un momento fondamentale nella sua vita e “Guernica” ne costituisce la condanna più alta. Nel 1947 inizia l’attività di ceramista. Il suo impegno politico per la pace si manifesta nel dopo guerra anche disegnando il simbolo della colomba per i Congressi su questo tema

Sito Prodotto e Realizzato da Riccardo Conte