RFID:COS'E'?
 
 
 
 

RFID è l'acronimo di Radio Frequency IDentification (traducibile con Identificazione a radio frequenza) e una tecnologia per la identificazione automatica di oggetti, animali o persone. Il sistema si basa sul leggere a distanza informazioni contenute in un tag RFID usando dei lettori RFID. Un tag RFID e' generalmente costituito da un microchip che contiene dati (tra cui un numero univoco universale scritto nel silicio) e una antenna che permette di ricevere e di trasmettere radiofrequenza ad un tranreceiver RFID.

Esistono diversi standard ISO di tag RFID.
Le principali applicazioni:

Le soluzioni su tag 125/134 kHz trovano campi applicativi: tracciabilita' animali, apertura serrature
Le soluzioni su tag 13,56Mhz trovano applicazioni in standard ISO 15693 per la tracciabilità (alimentare, prodotti, etc), borsellini elettronici non bancari
standard ISO 14443 (ad alta sicurezza) per carte bancarie, tessere documenti di identita' elettronici
le soluzioni con tag UHF ISO 18000 sono dedicate alla logistica sia interna che esterna d'azienda
le soluzioni con tag 2.4GHz e oltre per la mobilita' (telepass e similari) e gli interporti

RFID TAG e RFID Transponder
L'elemento che caratterizza un RFID è il transponder o tag. L'RFID Tag è un componente elettronico, che ad esempio, ha l'aspetto di una etichetta adesiva che può essere fatta aderire ad un prodotto che può essere grande solo pochi millimetri, al cui interno si trova la parte "intelligente" costituita da un solo circuito di trasmissione del segnale(modulato a radio frequenza) e da una memoria non volatile contenente un codice unico, il quale viene trasmesso all'apparato lettore che controllerà i dati ricevuti. Il transponder può essere alimentato da una piccola batteria interna (RFID attivi) o anche attraverso il campo elettromagnetico prodotto a distanza da un lettore e ricevuto attraverso un'antenna collegata al tag (RFID passivi). Transponder e antenna sono inseriti in un supporto, che caratterizza l'uso specifico di ognuno di questi oggetti. Ad esempio, è possibile realizzare RFID inseriti in etichette del tutto simili a quelle normalmente utilizzate nei capi di abbigliamento, oppure sotto forma di adesivi da applicare sulle confezioni di cartone dei prodotti. Per accedere alle informazioni contenute nell'etichetta è necessario un lettore fisso o portatile. Il vantaggio offerto da questo tipo di tecnologia rispetto ai sistemi di identificazione attualmente più utilizzati, cioè i codici a barre, è che il lettore non ha bisogno di avere la visibilità ottica rispetto all'etichetta. La maggior parte dei tag passivi funziona con una frequenza del campo elettromagnetico di 13.56 MHz oppure 125 KHz,

Sito Prodotto e Realizzato da Riccardo Conte